Personaggi Illustri

Giovanni Branca

Giovanni Branca (1571 Sant’Angelo in Lizzola – 1645 Loreto). Ingegnere e architetto, a servizio della Santa Casa di Loreto, si distinse non solo come artista, ma anche come scienziato, ideando una macchina, che anticipò il principio del motore a vapore.

Costanza Monti

Costanza Monti (Roma 1792 – Ferrara 1840), letterata e poetessa. Figlia di Vincenzo Monti e moglie di Giulio Perticari, rese Sant'Angelo in Lizzola un luogo di ritrovo di molti illustri personaggi del primo Ottocento e dell’alta società marchigiana e romagnola. Nonostante le avversità della sua

Francesco Paciotti

Francesco Paciotti (1521, Urbino – 1591, Urbino). Architetto e ingegnere militare. Fu autore di numerose opere di fortificazione, lavorò presso le migliori corti europee del tempo ed ebbe in feudo Montefabbri dal duca di Urbino.

Gerolamo Genga

Gerolamo Genga (1476, Urbino – La Valle 1551). Architetto, scenografo, pittore, disegnatore e fornitore di modelli per oggetti ornamentali, nonché Signore della Montagna di Casteldelci. Trascorse gli ultimi anni della sua vita nella sua residenza nel borgo La Valle, nel territorio di Colbordolo.

Giovanni Santi

Giovanni Santi (1440/1445, Colbordolo – 1494 Urbino). Pittore, poeta, scenografo presso la corte ducale. La poliedrica attività artistica che contraddistinse la sua vita ebbe un benefico influsso sulla formazione del figlio Raffaello Sanzio, che grazie al padre ebbe il privilegio di conoscere la più alta

Giulio Perticari

Giulio Perticari (1779, Savignano sul Rubicone (FC) – 1822, San Costanzo). Poeta e letterato di alto lignaggio, genero di Vincenzo Monti, con il quale si batté per la questione della lingua italiana. Ha lasciato un’impronta indelebile nella comunità di Sant’Angelo in Lizzola, ove trascorse lunghi

Terenzio Mamiani

Terenzio Mamiani della Rovere (1799, Pesaro – 1885, Roma). Filosofo, letterato, politico, fu tra i protagonisti del Risorgimento italiano. Nel corso della sua lunga vita ricoprì numerosi incarichi politici ed ebbe molteplici riconoscimenti. Fu l’ultimo conte (a titolo onorifico) di Sant’Angelo in Lizzola.